Tag: Nicola Vincitorio

Esercizi per l’esplorazione del paesaggio, 4 / Percorsi

Esercizi per l’esplorazione del paesaggio, 4 / Percorsi

di Giulio Mozzi

Solo grazie al filo che lo teneva legato ad Arianna il perfido Teseo riuscì, dopo aver ucciso Minotauro, a uscire dal labirinto (perfido, Teseo, perché dopo aver ricevuto cotanto aiuto, aver goduto della bellezza di Arianna – dai loro amplessi nacque Demofoonte – la piantò brutalmente, abbandonandola sull’isola di Nasso), (se la storia vi appassiona, potete ascoltare il bellissimo Lamento di Arianna di Claudio Monteverdi). Per Teseo il labirinto non fu mai (come fu, presumibilmente, nella mente e nelle carte di Dedalo) una mappa, un territorio: fu un percorso, da seguire all’andata e poi a ritroso. Non contava l’economia del percorso: l’importante non era trovare la strada più breve o meno contorta, l’importante era uscire da lì. Perdere il filo avrebbe significato: morte per inedia.

Continua a leggere “Esercizi per l’esplorazione del paesaggio, 4 / Percorsi”